31.3.16

Parole senza sosta


Lunghissimo e prepotente
Frugare la terra, ansia
Di parole senza sosta
Raccoglierò tra le braccia
Mentre noi ci
Sgretoliamo, armonici

24.3.16

Accartocciato


Il verde dei cuscini e
Delle parole scritte, stanche. Un ricordo
Accartocciato
Non ci sono più parole, Solo clamore e dolore
Spezzate vite.

23.3.16

Assoluta fissità



Orfano della tua lingua
In una assoluta fissità
Vedo vesti ottocentesche
Vedo vetri incriminati,
Come sulla labile pagina
Scompare l'onda.

21.3.16

Alate, sanguinanti


Sono sui muri,
In un giorno che non
C'è più, avvolgenti, alate, sanguinanti.
Nel nome rimangono
Custodite per sempre,
Le paure del passato.

18.3.16

Sorriso profondo






Con chiodi bagnati
Maschili e femminili
Hai costruito per me
Il tuo sorriso profondo
E nel silenzio prende forma, una folla di spartiti.

17.3.16

curiosità viola



Gusta la luce interna
Dentro lo stretto bosco
Frequente curiosità viola
Maldestra cura
Treno chimico iridato
Relitto finale di carriola

6.3.16

Postcard to Pier Roberto Bassi



Linea immaginaria
demarcazione sottile
loro ed io
distanza di sicurezza
tu e lui
territorio comune ma estraneo
pensiero di ansia espressiva.